Blog / Story
Paese che vai

Halloween: come si festeggia nel mondo

25/10/17

Paese che vai Halloween che trovi… Halloween è una ricorrenza che si sta rapidamente espandendo in tutto il mondo, ma ogni Paese ha le sue tradizioni e il suo modo di celebrare la notte del 31 ottobre. Parti con Navigando alla scoperta di come si festeggia Halloween in giro per il mondo.

Paese che vai Halloween che trovi… Halloween è una ricorrenza che si sta rapidamente espandendo in tutto il mondo, ma ogni Paese ha le sue tradizioni e il suo modo di celebrare la notte del 31 ottobre. Parti con Navigando alla scoperta di come si festeggia Halloween in giro per il mondo

Halloween in America

È soprattutto negli Stati Uniti e Canada che è particolarmente sentita la “classica” festa di Halloween, qui l’acquisto di decorazioni e dolciumi per la notte più terrificante dell’anno è superato soltanto dal Natale. I bambini si vestono con costumi che incutono paura – da fantasmi, zombie e altri mostri terrificanti – e vanno di casa in casa. Quando i padroni di casa aprono, i mostri fanno loro la  tradizionale domanda “trick or treat?” ovvero “dolcetto o scherzetto?”. Forse loro non lo sanno, ma questa richiesta si rifà all’antica usanza secondo la quale i dolci venivano offerti agli spiriti degli antenati per mitigare i loro sentimenti negativi verso i vivi e prevenire brutti scherzi. E in effetti, conviene dare a questi piccoli mostri un bel po’ di dolcetti per non correre il rischio di brutti scherzi!

Halloween in Europa

Anche in Europa il modo di festeggiare Halloween si rifà alla  tradizione americana ma in molte zone del Regno Unito si sono mantenute alcune antiche usanze. Non dimentichiamo che Gran Bretagna e Irlanda sono la patria di Halloween!

In alcuni casi, le tradizionali lanterne poste fuori dalle case per proteggere gli abitanti dagli spiriti maligni non sono scavate nella zucca, ma nelle rape come accadeva nel XIX secolo. Inoltre, è consuetudine organizzare dei grandi falò nei quali le persone lanciano un piccolo oggetto, che rappresenta simbolicamente uno spirito da scacciare.

In Germania si nascondono i coltelli per evitare che i defunti in visita si feriscano; mentre in Slovacchia si lasciano le sedie davanti al camino per la famiglia e per i defunti, candele ad illuminare le abitazioni in Belgio e ghirlande di pino davanti alle tombe dei propri cari in Svezia.

In Austria Halloween si festeggia in modo ancora diverso: tra il 30 ottobre e il 2 novembre viene celebrata “la settimana di Ognissanti”. Gli austriaci dispongono lanterne e corone di fiori sulle tombe di famiglia e commemorano i defunti, come accade anche in Italia tra 1 e 2 novembre. Inoltre, si lasciano pane, acqua e una lanterna accesa sul tavolo di casa, prima di andare a dormire, per le anime dei morti che ritornano durante questa notte speciale.

Halloween in Asia

Spostandosi in Oriente, invece, zucche e travestimenti vari lasciano spazio alla spiritualità legata ai defunti. In Giappone, infatti, si festeggia Obon per ricordare i propri antenati. i giapponesi dispongono delle lanterne rosse attorno all’area dei festeggiamenti e fanno galleggiare sul mare delle candele speciali, le “welcome fires”, per ricondurre le anime dei defunti a casa.

In Cina la festa si chiama Tieng Chihe, i cinesi mettono cibo, acqua e candele davanti alle foto dei propri cari defunti che serviranno per accompagnare il loro viaggio di ritorno sulla terra. Inoltre, nei templi buddisti si creano delle barchette in carta, le “boats of law”, messe poi a galleggiare sull’acqua. Queste barche hanno il compito di aiutare le anime dei “pretas”, coloro che sono rinati in una condizione inferiore a quella umana e a quella animale a causa del loro comportamenti dettati da avarizia o gelosia, ad abbandonare la terra e andare in paradiso.

Nelle Filippine il giorno in cui si celebrano i defunti si chiama Pengangaluluwa. Gruppi di abitanti vanno di casa in casa cantando storie di anime intrappolate in purgatorio, durante la notte, poi, si lascia del cibo fuori dalle finestre delle case perché, secondo la leggenda, quella notte i morti tornano a visitare la loro casa portando con sé un dono per i propri familiari rimasti in vita.

Quindi la domanda sorge spontanea: “dove festeggiare Halloween?“. La risposta è soggettiva. Come abbiamo visto, puoi  scegliere tra moltissime tradizioni diverse. Di sicuro, la festa di Ognissanti è una buona occasione per partire e scoprire posti nuovi e culture diverse; un motivo in più per imbattersi in nuove e ricche avventure. Non ti resta, allora, che farti ispirare da queste originali e bizzarre usanze e scegliere dove trascorrere la notte del 31 ormai alle porte!

Scopri nuove avventure!

Esplora le altre destinazioni di Navigando e scopri quella più interessante per te!
Anno scolastico all'estero
Europa
Anno scolastico all'estero
Studiare per un periodo in Asia
Anno scolastico all'estero
Studiare per un periodo in Canada
Anno scolastico all'estero
Studiare per un periodo in Giappone
Stage Linguistici
Irlanda
Viaggi sostenibili
Vietnam
Anno scolastico all'estero
Studiare negli Stati Uniti d’America
Stage Linguistici
Spagna