Blog / Story
Racconti di viaggio

Camilla: un anno all’estero in Danimarca

21/02/18

Arriva il momento in cui ti rendi conto che la tua vita è cambiata, che sei cresciuta e che devi imparare ad accettare che il tuo modo di pensare ora è diverso grazie alle persone incontrate e al nuovo mondo che ti circonda… Tutto questo grazie a un anno all’estero.

Arriva il momento in cui ti rendi conto che la tua vita è cambiata, che sei cresciuta e che devi imparare ad accettare che il tuo modo di pensare ora è diverso grazie alle persone incontrate e al nuovo mondo che ti circonda… Tutto questo grazie a un anno all’estero

Mi chiamo Camilla, vengo da Cagliari, ma attualmente mi trovo a Odense, terza città più grande della Danimarca, piccolissima nazione scandinava, abitata da nemmeno sei milioni di anime.

Ricorderò il giorno della partenza per tutta la vita, ogni minimo dettaglio, perché quello è stato il momento in cui ho iniziato quest’avventura

Il 29 luglio 2017 partii per trascorrere un anno scolastico all’estero, lasciando la mia terra, la mia famiglia e i miei amici per recarmi in un posto con una lingua che al tempo mi sembrava impossibile da imparare, con una cultura totalmente diversa, per vivere una vita che per il momento non era la mia, senza sapere cosa aspettarmi. Ricorderò quel giorno per tutta la vita, ogni minimo dettaglio, perché quello è stato il momento in cui ho iniziato quest’avventura.

Dopo due voli e ore di attesa, arrivai in una scuola in cui avrei dovuto passare una settimana con altri cinquanta studenti provenienti da tutto il mondo, per affrontare tutti assieme un campo-scuola, così da avere un assaggio di cosa ci stava aspettando.

Ero stanca, triste, preoccupata e crollai emotivamente… Mi chiedevo: “Ma chi me l’ha fatto fare? Ne vale la pena?”. La risposta era sì, ma ancora non ne ero consapevole. Alla fine di quei sette giorni, durante i quali sono riuscita a superare i momenti di sconforto grazie all’aiuto dello staff di Navigando, ho conosciuto alcune delle persone più importanti per me in quest’esperienza.

Vissi per un mese e mezzo con una welcome family, che poi dovetti salutare per incontrare, finalmente, la famiglia in cui vivo da ormai quattro mesi e con la quale vivrò fino alla fine di quest’esperienza di studio in Danimarca. Ero nervosa, preoccupata ed eccitata allo stesso tempo, fino a che non li abbracciai per la prima volta. In quel preciso istante ho capito che loro sarebbero state le persone che avrei chiamato “famiglia” per i restanti dieci mesi, con le quali avrei condiviso i momenti di gioia e gli inevitabili momenti di difficoltà.

Ho superato queste prove imparando tanto sulla cultura di questa meravigliosa terra e soprattutto tanto su me stessa

Camilla: un anno all’estero in Danimarca Affrontai poi tante altre difficoltà: il primo giorno nel mio gymnasium (MulernesLegatskole) e il successivo adattamento al sistema scolastico, totalmente diverso da quello a cui ero abituata (qui gli studenti hanno molta più libertà e indipendenza), le prime uscite, le prime volte in cui mi dovetti mettere in gioco per legare con i danesi.  Anche se nel momento in cui tutto ciò stava avvenendo mi sembrava troppo difficile e più grande di me, ho superato queste prove, imparando tanto sulla cultura di questa meravigliosa terra e soprattutto tanto su me stessa.

Sono qua da sei mesi ormai, caratterizzati da alti e bassi, momenti in cui penso “voglio tornare a casa mia” e altri in cui penso “questa ora è casa mia, non voglio andarmene”, momenti in cui rifletto su me stessa e su quello che ho affrontato, felice del fatto che c’è ancora tanto da vivere, compresi i momenti di difficoltà.

Durante questa esperienza ho incontrato persone che mi hanno insegnato tanto, come la mia famiglia, i miei amici danesi e i miei amici exchange students: li porterò per sempre nel mio cuore.

Arriva il momento in cui davvero ti rendi conto che la tua vita è diversa da quella di prima, che sei cambiata, non in un modo negativo, sei semplicemente cresciuta e devi imparare ad accettare che il tuo modo di pensare è stato stravolto grazie alle persone incontrate e al nuovo mondo che che ti circonda. Finalmente non ti senti più un pesce fuor d’acqua ma ti senti parte di una nuova realtà che puoi chiamare “casa”, imparando a dare un significato totalmente differente da quello che prima attribuivi a questa parola.

In conclusione, per quanto il cambiamento possa fare paura, per quanto lasciare tutto ciò che hai per vivere un anno all’estero, con una cultura e una lingua totalmente diversa dalla tua possa essere spaventoso, consiglio vivamente a tutti quest’esperienza e, in particolare, un anno all’estero in Danimarca.

Scopri nuove avventure!

Esplora le altre destinazioni di Navigando e scopri quella più interessante per te!
Anno scolastico all'estero
Studiare per un periodo in Europa
Anno scolastico all'estero
Studiare per un periodo in Asia
Anno scolastico all'estero
Studiare per un periodo in Canada
Anno scolastico all'estero
Studiare per un periodo in Giappone
Stage Linguistici
Irlanda
Viaggi sostenibili
Vietnam
Anno scolastico all'estero
Studiare negli Stati Uniti d’America
Stage Linguistici
Spagna